Chi
Siamo

La Fondazione ISEC oggi

Nata nel 1973 con lo scopo di raccogliere, conservare e valorizzare fonti e documenti sulla storia della Resistenza e del movimento operaio, Fondazione ISEC è diventata un punto di riferimento nazionale per chiunque sia interessato alle vicende della storia politica, economica e sociale dell’Italia contemporanea. All’originario nucleo documentario, nel tempo si sono aggiunti archivi di grandi imprese industriali, partiti ed esponenti politici, militanti e rappresentanti del mondo sindacale e associativo.
ISEC oggi conserva un patrimonio archivistico e librario imponente: 5 km di documenti, 170.000 fotografie, 100.000 disegni tecnici, 1.500 manifesti politici, 500 ore di interviste, 100.000 volumi, 4.000 periodici.
Riconosciuto dal Mibact come archivio economico e territoriale e dalla Regione Lombardia come archivio di notevole interesse storico, ISEC fa parte dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri-Rete degli Istituti storici della Resistenza e dell’età contemporanea.
ISEC mette a disposizione della comunità scientifica, del mondo della scuola e della cittadinanza il proprio patrimonio archivistico, bibliografico, fotografico e audiovisivo attraverso una sala studio pubblica.
Inoltre la Fondazione è impegnata in una attività di promozione culturale a largo raggio:

  • incoraggia ricerche in campo storico e la loro diffusione attraverso incontri, pubblicazioni, mostre, laboratori
  • svolge attività di tutoraggio per ricercatori e studenti
  • promuove progetti di cittadinanza attiva rivolti alla comunità locale e alla città metropolitana
  • organizza corsi di formazione per insegnanti e laboratori per le scuole, con visite in archivio
  • partecipa a progetti di alternanza scuola/lavoro
  • svolge servizio di consulenza per la valorizzazione di archivi e biblioteche

La storia di ISEC

L’istituto nasce nel 1973 come Istituto milanese per la storia della Resistenza e del movimento operaio (ISRMO) e da subito si inserisce nella Rete degli Istituti storici della Resistenza e dell’età contemporanea, coordinati dall'Istituto nazionale Ferruccio Parri.
Da oltre quarant’anni ISEC salva, conserva, riordina un'imponente documentazione archivistica e libraria per metterla a disposizione della comunità scientifica e della cittadinanza.
Nel 1987 si trasferisce nella sede di Largo La Marmora e nel 2002 si trasforma in Fondazione ISEC-Istituto per la storia dell'età contemporanea, anche per sancire l'ampliamento del patrimonio dagli iniziali fondi resistenziali agli archivi di movimenti politici e sindacali, partiti, aziende industriali.
Nel 2008 il Mibact-Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo conferisce il riconoscimento di Archivio economico territoriale, uno dei luoghi privilegiati in Lombardia per la conservazione e valorizzazione degli archivi prodotti da soggetti economici.

La sede: Villa Mylius

La Fondazione ISEC ha sede in due edifici che si affacciano su Largo La Marmora, a Sesto San Giovanni. Il primo edificio fu costruito nel 1937 nello stile architettonico razionalista allora dominante. Il secondo è la villa tardo settecentesca di uno dei primi filandieri lombardi, Enrico Mylius, e fino agli anni settanta del secolo scorso ha ospitato gli uffici dell'amministrazione comunale.
Nella Villa Mylius, oltre agli uffici della Fondazione, si trovano

  • la sala studio per la consultazione del patrimonio è aperta anche allo studio libero, con postazioni attrezzate e wifi (orari di apertura da lunedì a giovedì: 9.30-13.00 e 14-17.30; venerdì: 9.30-13.00)
  • la sala conferenze con circa 80 posti, wifi, videoproiettore e impianto audio
  • la sala seminari con circa 20 posti
  • alcune salette per esposizioni temporanee e coworking
    Nel primo edificio hanno sede i depositi dell'archivio e della biblioteca.

Organi

Presidente

  • Gianni Cervetti

Consiglio di amministrazione

  • Giovanni Bianchi †
  • Antonio Calabrò
  • Gianni Cervetti
  • Piergaetano Marchetti
  • Alberto Martinelli
  • Alessandro Pollio Salimbeni
  • Carlo Tognoli

Consiglio generale

  • Enrica Asquer
  • Barbara Bertini
  • Ivano Granata
  • Romano Guerinoni
  • Gianfranco De Marchi
  • Maria Alessia Magistroni
  • Celestino Pedrazzini
  • Riccardo Pellegatta
  • Luigi Trezzi
  • Alessandro Vitale

Collegio dei revisori dei conti

  • Luca Novarese
  • Sarina Scuto
  • Ugo Zanello

Comitato scientifico

  • Giuseppe Berta
  • Luigi Borgomaneri
  • Matteo Bolocan
  • Valentina Fava
  • Mimmo Franzinelli
  • Luigi Ganapini
  • Roberta Garruccio
  • Uliano Lucas
  • Stefano Musso
  • Giovanni Scirocco
  • Mariamargherita Scotti

Statuto

«È costituita la Fondazione Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea (ISEC) – ONLUS.
La sede legale è in Sesto San Giovanni (Mi) Largo La Marmora, n.17. La Fondazione, nell’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale, promuove lo studio e la conoscenza della storia sociale, politica, economica e culturale dell’Italia contemporanea, con particolare riferimento alle vicende delle imprese, del lavoro, delle lotte politiche e sociali. La Fondazione ispira la propria attività ai valori e agli ideali di democrazia, libertà e pluralismo espressi dalla lotta di liberazione e contenuti nella Costituzione repubblicana».

Staff

Annual Report

Presentiamo le relazioni annuali sull'attività svolta dalla Fondazione

Partner e sostenitori

ISEC è socio dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri-Rete degli Istituti storici della Resistenza e dell’età contemporanea

Sostengono l’attività della Fondazione:

Alcuni progetti sono realizzati con il contributo di:

Network e collegamenti

Oltre che con la rete degli istituti di storia della Resistenza (www.italia-resistenza.it), ISEC collabora con istituzioni e network europei e nazionali quali

ISEC ha collaborazioni e convenzioni con:

La Fondazione partecipa a progetti metropolitani e nazionali quali